L'occhio nero di Luca



 La scuola, e prima degli altri livelli, la scuola dell'infanzia, è come una giungla, e per i bambini è un vero e proprio corso per la sopravvivenza, in cui:


- imparano progressivamente (e spesso con difficoltà e ripensamenti) a staccarsi dal grembo materno;

- cominciano a  lottare contro germi e virus di ogni tipo, generando difese e anticorpi (con mezzi propri e impropri quali, ad esempio, ripetute influenze associate a tosse, febbre e affini tanto gradite ai genitori);

- comprendono che il linguaggio, verbale e non verbale, non è soltanto un mezzo per far sorridere o sbalordire i genitori che non vedono l'ora di comunicarne i progressi agli amici, ma è prima di tutto uno strumento per capire e farsi capire, per comunicare bisogni essenziali, scoperte ed emozioni;

- socializzano e iniziano il loro percorso di integrazione;

- imparano a difendersi in maniera più o meno consona da chi li circonda, coetanei e non;

- arricchiscono il loro bagaglio di esperienze;

- accumulano le prime, vere, ferite di guerra, causate da incontri e scontri di varia natura.

E proprio a proposito di ferite, pochi giorni fa Luca è riuscito a procurarsene una degna di essere raccontata.
Scambiando il corridoio della scuola per una pista di atletica, ha ben pensato di recarsi in bagno ad una velocità, per così dire, esagerata, ignaro del fatto che, in direzione opposta, sarebbe arrivata alla stessa  velocità una bimba dell'altra sezione.
Risultato immediato: livido e gonfiore sulla guancia. 
Risultati differiti e distanziati tra loro:

1) scoperta di una mola scheggiata a causa dell'impatto;

2) progressiva crescita del livido nel contorno dell'occhio.



Non voglio aggiungere commenti sul mio stato d'animo di mamma che, però, è consapevole e rassegnata sull'impatto educativo di un'esperienza simile e vive nella speranza che non capiti di nuovo.








Commenti

  1. Vuoi vedere la faccetta di Miciomao? un bel livido sulla guancia anche lui e palettine davanti dondolanti per due testate pazzesche a distanza di un giorno l'una dall'altra!!! Le palettine le perderà a breve purtroppo e nn c'è nulla da fare, il livido andrà via! Cosa vuoi fare, son ferite di guerra, ahahahahha.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh si...stiamo allevando dei marines!!! ahahahah!

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari